“La scrittrice che decise di voltare pagina” di Jo Platt: delizioso e pieno di brio

Avevo davvero bisogno di un libro come “La scrittrice che decise di voltare pagina” di Jo Platt (Corbaccio), un romanzo delizioso, pieno di brio e palpiti del cuore!

TRAMA – La scrittrice Grace Waterhouse è convinta di avere proprio toccato il fondo. L’ex marito Aiden ha appena avuto un figlio dalla nuova compagna e l’ultimo romanzo che ha appena concluso è… be’ meglio non parlarne, secondo il suo agente. Scoraggiata, decide di dare un colpo di spugna sul passato e di inventarsi una nuova vita. L’occasione si presenta quando Rose, la sua collaboratrice domestica nonché confidente materna, in partenza per un lungo soggiorno in Spagna, scopre che l’amica che avrebbe dovuto fare le pulizie negli appartamenti affidati a lei non può più sostituirla. Grace allora ha un’ispirazione folle: prenderà lei il posto di Rose. Così, ragiona, conoscerà nuove persone, abbandonerà la sua quotidianità e potrà magari trovare ispirazione per un nuovo romanzo. Ma improvvisarsi in un nuovo lavoro e cambiare vita di colpo non è facile, e quando Aiden, pentito, chiede di tornare da lei, la tentazione è forte, anche se, certo, fra i suoi nuovi datori di lavoro c’è un giovane avvocato, che sembra invitarla a rompere tutti i ponti con il passato… Brillante, romantico, spiritoso, La scrittrice che decise di voltare pagina è un romanzo che parla dell’amore che riempie la vita, e dell’importanza di comprendere quando la propria vita ha bisogno di un cambiamento drastico e coraggioso per riuscire a incontrare il vero amore.

“La scrittrice che decise di voltare pagina” di Jo Platt è uno di quei libri che adoro. Non solo perché si parla di amore, ma perché lo si fa con intelligente ironia, con tante scene divertenti, con una cerchia di personaggi che si vorrebbero come amici nella vita di ogni giorno (specie Gavin, che è anche parrucchiere… in pratica un due in uno!) e con un lieto fine per nulla scontato, come l’evoluzione dei due protagonisti.

Grace è una scrittrice con una montagna di ricci in testa. Dopo la separazione con il marito ha scritto un romanzo d’amore che… diciamolo… non sarebbe proprio la gioia delle sue lettrici.

«È normale. La prima stesura non è mai perfetta.» Strinse le labbra come per impedirsi una risposta avventata.
«Sì, ma questa stesura in particolare» continuò parlando lentamente «è più lontana del solito dalla perfezione.»
«Davvero?» Mantenni un’espressione neutra. «Lontana quanto?»
Si tolse gli occhiali, li posò con cura sul tavolo e si appoggiò allo schienale della sedia. «Be’, per usare un’analogia, poniamo che questo libro dovrebbe essere a Edimburgo.»
«Okay.»
«Be’, al momento invece è…»
«A Glasgow?»
«Nello Zimbabwe.»
«Oh.»

Neil, il suo agente, le consiglia di prendersi una pausa e l’occasione arriverà quando la signora che fa le pulizie da lei, Rose, avrà bisogno di qualcuno che la sostituisca mentre è in vacanza. Grace, che in casa sua non ha mai mosso un dito, lasciando pure i cioccolatini sotto il letto, deciderà di rimpiazzarla con i suoi altri clienti.

Inutile dire che il primo giorno di questo nuovo lavoro, nonostante la lunga lista di raccomandazioni, sarà un disastro dopo l’altro. James, il padrone di casa, la coglierà nel suo studio mentre, da ficcanaso qual è, vorrebbe dare un’occhiata ai suoi documenti. Come se non bastasse, Grace si era dimenticata l’elastico per i capelli a casa e per contenere i suoi ricci ha usato un copriscarpe! La nostra scrittrice pensa di aver capito come l’ha giudicata James, con il suo freddo sguardo tagliente e con i suoi lunghi silenzi, anche se…

Complici una vecchietta incapace di fare biscotti e, soprattutto, di farsi i fatti suoi, e una schiera di amici insostituibili, Grace collezionerà figuracce, ma anche momenti molto piacevoli. Solo che James è sempre così enigmatico, nonostante i suoi modi così garbati e le sue premure; mentre Aiden, il suo ex marito, è tornato a essere così presente, dopo il suo tradimento che ancora ferisce. Per la nostra protagonista fare chiarezza sui suoi sentimenti sarà meno complicato del previsto, specie perché ha messo le sue emozioni nero su bianco, in una sorta di diario che sarà d’aiuto ma anche di impaccio!

Tra cene, feste, equivoci, appuntamenti disastrosi, “La scrittrice che decise di voltare pagina” è un romanzo perfetto per gli amanti del genere, con un finale dolcissimo. Mezzo punto in più all’autrice per tutti i riferimenti a Harry Potter (alcuni li ho dovuti cercare su internet, ma molti li ho capiti!!! Evviva!!!).

Please follow and like us:

3 pensieri riguardo ““La scrittrice che decise di voltare pagina” di Jo Platt: delizioso e pieno di brio

  • 27 giugno 2018 in 8:05 am
    Permalink

    Ciao! Anche io ho letto questo libro, e mi ritrovo d’accordo con ogni parola ☺ talvolta letture di questo tipo aiutano ☺

    Risposta
  • 27 giugno 2018 in 8:06 am
    Permalink

    Ciao! Anche io ho letto questo libro, e mi ritrovo d’accordo con ogni parola ☺ talvolta letture di questo tipo aiutano ☺

    Risposta
  • 27 giugno 2018 in 9:13 pm
    Permalink

    Non me lo lascio scappare di certo. Devo a te la scoperta dei libri della serie della libreria! Segno subito.
    Lea

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *