Blogtour “Il tatuatore” di Alison Belsham: i tatuaggi più diffusi

“Il tatuatore” di Alison Belsham (Newton Compton) è un thriller che sarà nelle librerie il prossimo tre maggio. Il blogtour dedicato al libro non poteva che occuparsi di tatuaggi…

TRAMA – Brighton. L’ispettore Francis Sullivan, giovane e ambizioso, è stato appena promosso, e questo è il suo primo caso importante. Marni Mullins, una tatuatrice di Brighton, ha trovato un corpo orribilmente scuoiato. Dalle prime indagini sul cadavere risulta chiaro che non si tratta di un omicidio isolato ma dell’opera di un serial killer. Il modus operandi e la firma sono agghiaccianti: mentre la vittima era ancora in vita, l’assassino ha rimosso intere porzioni di pelle, presumibilmente tatuate. Questa pista porta Sullivan a credere che una come Marni, che conosce il mondo dei tatuaggi come le sue tasche, sia l’unica persona in grado di aiutarlo. Ma lei ha tante ragioni per non fidarsi della polizia. E quando riuscirà a identificare il prossimo bersaglio del killer, lo dirà a Sullivan o si metterà da sola alla ricerca del “Ladro di Tatuaggi”?

Ma quali sono i tatuaggi più diffusi?

Le scritte

Rimane un must in fatto di tuatuaggi la scritta: che sia una citazione, che sia il nome dell’amato/a (che spesso viene eliminato oppure modificato), che siano date, frasi in altre lingue o numeri romani non importa, basta che abbiano un significato. Molto diffuse sono anche le coordinate. Chi non ha mai visto i tuatuaggi di Angelina Jolie? L’attrice ha sul braccio sinistro le coordinate dei luoghi di nascita dei suoi figli e sulla schiena cinque righe verticali in lingua Khmer che servono per proteggerli.

Simboli piccoli, ma ricchi di significato

Per quanto riguarda i tatuaggi di piccole dimensioni, preferiti in percentuale maggiore dalle donne, sono molto richiesti cuori, stelle, piume, emoticon, quadrifogli e anche l’infinito. Per rimanere in tema di libri, in tantissime si sono fatte tuatuare il simbolo dei libri di Anna Todd, la serie “After”, ma sono anche molto richiesti gli occhialini di Harry Potter con tanto di cicatrice a forma di saetta, il 9 e 3/4 del binario o il nome dalla Casa di appartenenza.

Animali

Dalle farfalle alle tigri, passando per le impronte di zampe in ricordo dei propri animali domestici: sono questi i tatuaggi più sentiti e che sembrano non subire l’influenza delle mode del momento. La loro presenza nel mondo dei tatuaggi rimane sempre la stessa e, anzi, pare rafforzarsi di anno in anno. Cani, delfini, uccelli, coccinelle: ce n’è davvero per tutti i gusti.

Fiori

Un must sono senza dubbio i fiori. Molto amati sono quelli in stile giapponesi, magari, perché no, accompagnati da qualche ideogramma (nella speranza che sia quello corretto…). Il più gettonato è il giglio, anche se non sono in tanti a sapere che è il simbolo della castità. Sono molto apprezzati anche il girasole (fedeltà), l’hibiscus, simbolo di bellezza effimera e la rosa per la quale occorre precisare il colore: rossa simboleggia la passione, bianca la purezza, rosa l’ammirazione.

A moltissime donne piacciono le orchidee, simbolo di sensualità e mistero; poi ci sono le azalee che portano fortuna e i crisantemi che, contrariamente a quanto si crede, sono il simbolo della gioia e della vitalità.

Minimal e geometrico

Infine, lo stile minimal e geometrico è tra le nuove tendenze. Di gran moda sembra essere tatuarsi lo skilyne di una città o la mappa del mondo. Per i veri viaggiatori, o per chi sogna di mollare tutto e di partire zaino in spalla!

Ecco tutte le tappe del blogtour dedicato a “Il tatuatore“:

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *